18 November 2011

Gnocchi di castagne con zucca e fonduta di castelmagno


Le castagne, assieme alla zucca, sono gli alimenti che in assoluto per me più sanno d'autunno. Le castagne in particolare, possono essere utilizzate in tanti modi diversi e la farina, a questo proposito, è estremamente versatile. Personalmente, la utilizzo per preparare dolci, pane e pasta fresca (facendo una ricerca su questo blog troverete diverse ricette), ecco perché non ho potuto resistere all'invito de La Cucina Italiana rivolto alle foodblogger. In collaborazione con la provincia di Lucca, ha pensato di promuovere un contest ed un incontro all'interno della manifestazione Il Desco, per raccogliere le nostre opinioni e sapere come interpretiamo quest'ingrediente. Questa è la mia proposta per il contest "Castange al Desco", degli gnocchi di castagne che ho abbinato alla zucca, sua compagna autunnale, e ad una fonduta di castelmagno che esalta, senza coprirlo, quel sapore tipicamente dolciastro.  Assieme ad altre 24 fortunate foodblogger, sono stata selezionata da La Cucina Italiana e sarò presente a Lucca per parecipare a quest'incontro e ad assistere alla premiazione, che si terrà tra il 26 ed il 27 Novembre. Un gioco, un incontro, un'esperienza per condividere, imparare, conoscere e... assaggiare!


Per 2 persone
Ingredienti: 300gr di patate da gnocchi (buccia bianca o anche rossa) - 70gr di farina di castagne - 30gr di semola di grano duro - 1 uovo piccolo, sbattuto - 1 cucchiaio di burro - 70gr di zucca mantovana - 60gr di castelmagno - 50ml di latte - 10ml di panna fresca - sale

Mettere le patate in una pentola e coprirle con acqua fredda, portare a bollore e lessare per circa mezz'ora o finché saranno tenere. Non appena pronte, scolarle, pelarle e schiacciarle con lo schiacciapatate. In una ciotola mescolare i due tipi di farina con le patate e l'uovo. L'impasto che si ottiene è più friabile del normale impasto per gnocchi, quindi bisognerà maneggiarlo  delicatamente. Su di un piano infarinato formare dei cordoncini della grandezza di un dito e con un coltello tagliare degli gnocchetti di circa due centimetri. Sistemare su di un vassoio e far riposare in frigorifero per almeno mezz'ora.
Preparare ora il condimento. Pulire la zucca eliminando i semi e la buccia. Tagliarla a fette spesse 3-4cm, quindi affettarla ancora per la larghezza utilizzando una mandolina. Far sciogliere il burro in una padella e cuocere la zucca a fuoco vivace (occorreranno ca. 8-10 minuti), mescolando spesso, e salare. Spegnere e tenere da parte. Intanto, mettere sul fuoco una pentola d'acqua per cuocere gli gnocchi e aggiungere del sale grosso non appena inizia a bollire. Preparare la fonduta, mettendo in un piccolo pentolino antiaderente il castelmagno grattuggiato, il latte e la panna. Far sciogliere a fuoco bassissimo mescolando. Occorrono pochi minuti per preparare la fonduta, quindi va messa sul fuoco quando si versano gli gnocchi nell'acqua. Non appena gli gnocchi iniziano ad affiorare in superficie, scolarli con una schiumarola e versarli nella padella con la zucca. Mescolare ed impiattare. Versare sugli gnocchi la fonduta di castelmagno e servire.

FB image


Chestnut gnocchi with pumpkin and castelmagno fondue


Chestnut, together with pumpkin, are the food that most typically recall autumn. Chestnut in particular, can be used in many ways and its flour is extremely versatile. Personally, I prepare with it desserts, bread and fresh pasta (if you make a research on this blog you will find many recipes), that is why I couldn't resist to the invitation from La Cucina Italiana to all the foodbloggers. In collaboration with the province of Lucca, it launched a contest within the Il Desco event, to gather our opinion and discover how we interpret this ingredient. This is my suggestion for the contest "Castagne al Desco" (Chestnuts at the Desco), some chestnut gnocchi I matched with pumpkin, his autumn mate, and a castelmagno cheese fondue, which enhance, without covering, that typical sweet taste. Together with other 24 foodbloggers, I've been selected from La Cucina Italiana and will be in Lucca to participate to this meeting and attend the prize-giving, the 26th and 26th of November. A game, a meeting, an experience to share, learn, get to know and... taste!


Serves 2
Ingredients: 300gr (10.5oz) potatoes (skin white or red)  - 70gr (0.3cup - 2.4oz) chestnut flour - 30gr (1oz) hardwheat flour - 1 small egg, whisked - 1tbs butter - 70gr (0.3cup - 2.4oz) chestnut pumpkin - 60gr (0.27cup - 2.11oz) castelmagno cheese - 50ml (1.4oz) milk - 10ml (0.4oz) cream - salt

Place the potatoes, with their skins on, in a suitably sized saucepan, cover with cold water, then put a lid on and simmer for about half an hour or until tender. Then drain well and quickly pare off the skins using a potato peeler. Mash potato with a potato masher, then in a large bowl mix together both flours with potatoes and egg. Then, using your hands, knead the mixture lightly to a soft dough. Transfer the mixture to a floured surface, flour your hands and divide it into small pieces. Now roll each piece into a sausage shape approximately thick as a finger, then cut it, into 1 inch (2.5 cm) pieces, placing them on a tray as they are cut. Refrigerate for at least half an hour.
Now prepare the sauce. Peel and deseed pumpkin. Cut in slices 3-4cm (1.5-2inch) thick, then cut again using a mandoline slicer. Melt butter in a medium size pan, pour in pumpkin and cook at medium heat, stirring often, for about 8-10 minutes and add salt. Set aside. Now bring a large pan with about 3.5 litres of water to simmer, then add coarse salt (2tbs will do).  They are ready Prepare the fondue, pouring in a small saucepan grind castelmagno cheese, cream and milk. Cook at very low heat. As you will need few minutes to prepare it, you should cook just as when you will cook the gnocchi. So,  drop the gnocchi in the salted boiling water, they are ready when they start to float on the surface. Remove them with a draining spoon and transfer to the pan with pumpkin. Stir and tranfer into plates. Pour in the castelmagno fondue and serve.


9 comments:

  1. Non amo la zucca ma non posso negare che questo bel piatto di gnocchi mi ha tentata eccome! Così saporito,filante...mmmh, una vera golosità!

    ReplyDelete
  2. Complimenti per il piatto e per l'evento con la cucina Italiana!!!

    ReplyDelete
  3. Io adoro la zucca e questo piatto me lo mangerei pure adesso anche se non è ancora ora di pranzo!!
    Buona giornata :-)

    ReplyDelete
  4. ciao, complimenti per il tuo blog.. da oggi ti seguo, se vuoi fare altrettanto ti invito nella mia cucina,.

    ReplyDelete
  5. Claudia: beh, se ti attira nonostante la zucca, ho fatto un bel lavoro! ;))

    Annarè: grazie!

    Birabira: :)))

    Mariangela: va bene anche come aperitivo! :o)

    Giovanni: grazie, passo a trovarti

    ReplyDelete
  6. Uno spettacolo questi gnocchetti!

    ReplyDelete
  7. Ciao sono qui per un invito...
    Se ti piace preparare,aperitivi,stuzzuchini e tutto quello che finisce in un boccone partecipa al mio contest!
    http://ilcucchiaiodoro.blog.tiscali.it/2011/11/12/onetwothree/

    Ti aspetto!

    ReplyDelete
  8. Barbara: grazie!

    Ilcucchiaiodoro: passo a trovarti, grazie.

    ReplyDelete

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails